Esami: non solo benefici...

A volte indagini diagnostiche e cure sono usate in eccesso, con spreco di tempo e denaro. Per non parlare dei danni che alcuni esami e alcune cure, se non appropriati, possono provocare alla salute.

Qui sotto sono illustrati rischi e benefici degli esami radiologici, per aiutare i cittadini (ed i loro medici) a fare insieme scelte oculate e consapevoli.


ESAMI RADIOLOGICI

Gli esami radiologici (le radiografie, le TAC, le mammografie, le scintigrafie, ecc.) sono esami fondamentali delle medicina moderna e facilitano la diagnosi e la cura di numerose malattie, ma possono provocare anche dei danni alla salute a causa dell’impiego delle radiazioni.

A volte gli esami radiologici vengono utilizzati anche quando non sono strettamente necessari. In questa maniera si mette a rischio la salute dei pazienti senza avere alcun beneficio in cambio.

Una maggiore consapevolezza di questo problema da parte di medici e pazienti (che talvolta insistono per ottenere questi esami), potrebbe essere utile nel contenere i rischi, evitando gli esami inappropriati.


Quali rischi per la salute?

I pericoli maggiori consistono nell’insorgenza di tumori e nei danni al materiale genetico (danni che possono essere trasmessi alle generazioni future).

Il rischio è generalmente minore per gli uomini, maggiore per le donne e massimo per i bambini (per la stessa dose di radiazioni un bambino di un anno corre un rischio di sviluppare un tumore circa 10-15 volte superiore rispetto a un adulto di 50 anni).


Quanto è grande il rischio?

Il rischio collegato agli esami radiologici è generalmente molto basso, ma dipende dal tipo di esame.

Per esempio, una TAC al torace corrisponde a ben 400 radiografie del torace. Il rischio non è mai elevato, ma moltiplicando un piccolo rischio individuale per le migliaia di esami effettuati all’anno, può risultare un rischio non trascurabile per la popolazione nel suo insieme.

 



Concludendo

Gli esami radiologici rappresentano un grande progresso della medicina, ma possono anche comportare rischi per la salute.

I rischi per l’individuo sono molto piccoli e dipendono dal tipo di esame: ad esempio, una TAC corrisponde a centinaia di radiografie.


È più che giustificato correre questi piccoli rischi quando:

  • Esiste la necessità medica di fare l’esame (benefici di gran lunga superiori ai rischi)
  • Sono state adottate tutte le precauzioni per minimizzare il rischio
  • Il paziente è stato informato sui rischi

Il rischio per la popolazione dipende dal numero di esami effettuati che risulta in forte aumento negli ultimi anni. Molti esami vengono effettuati senza essere strettamente necessari. I medici e i pazienti possono fare molto per evitare i rischi dovuti a esami superflui.


PER MAGGIORI INFORMAZIONI SU ALTRI ESAMI È POSSIBILE CONSULTARE IL SITO INTERNET DI Choosing Wisely Italy

Ultimo aggiornamento: 28/07/2016