Inaugurato un Laboratorio di Stimolazione Cognitiva al Centro Diurno Alzheimer di Fratta Todina

Si è svolto un seminario sulla malattia in occasione della XXIV Giornata Mondiale Alzheimer. «Un centro moderno e funzionale, punto di riferimento della Media Valle del Tevere»

Fratta Todina, 22 settembre 2017 - In occasione della XXIV Giornata Mondiale Alzheimer è stato inaugurato a Fratta Todina il Laboratorio di Stimolazione Cognitiva, annesso al Centro Diurno Alzheimer, diretto dalla dottoressa Maria Donata Giaimo, Direttore del Distretto Media Valle del Tevere della USL Umbria 1.
Nella splendida costruzione storica di Palazzo Rivelloni, proprietà del Comune, sono state allestite delle stanze dove soggetti affetti da deficit cognitivi e/o demenza lieve, potranno svolgere la riabilitazione delle funzioni cognitive al fine di preservarne la funzionalità e di rallentarne il decadimento. Contemporaneamente a questa attività verranno svolte anche attività fisica adattata alla disabilità cognitiva. La combinazione della stimolazione cognitiva con l’attività fisica garantisce i migliori risultati di stabilizzazione del deficit cognitivo; tale intervento ha anche dimostrato di ridurre lo stress del familiare che assiste il soggetto con deficit cognitivo o demenza.

Dopo il taglio del nastro, alla presenza del Sindaco di Fratta Todina Giuliana Bicchieraro e dell’Assessore Regionale Salute Luca Barberini, si è tenuto un seminario sulla malattia di Alzheimer, aperto dai saluti del Direttore Sanitario della USL Umbria 1, dr. Pasquale Parise. Il Professor Giovanni Bonelli, docente di Psichiatria dell’Università di Siena, ha descritto la situazione psicologica in cui si torva il soggetto con malattia di Alzheimer, caratterizzata da sentimento di impotenze, solitudine, rabbia.
Successivamente il dr. Alberto Trequattrini, Coordinatore Gruppo Aziendale Demenze USL Umbria 1, ha presentato gli obiettivi del Piano Terapeutico Assistenziale per le Demenze, all’interno del Piano regionale per la criticità. Di seguito la dr.ssa Serena Amici, neurologo della USL Umbria 1, ha presentato i dati di un progetto di ricerca regionale che ha verificato l’efficacia del supporto psicologico al "caregiver" di soggetti con malattia di Alzheimer e ha anche descritto le attività del Centro Diurno La Torre a Fratta Todina, attivo dal 2011. Poi la dr.ssa Chiara Sconocchia, fisiatria della USL Umbria 1, ha presentato le evidenze sull’efficacia dell’attività fisica e della meditazione nel prevenire/rallentare il decorso dei deficit cognitivi. Infine la dr.ssa Goretta Morini, presidente AMA Umbria, ha descritto le problematiche che i familiari di soggetti con demenza devono affrontare ogni giorno e di come i centri diurni siano un valido aiuto nella gestione di questi malattia.

In chiusura la dr.ssa Maria Donata Giaimo, ha espresso la propria soddisfazione nel vedere realizzato un centro moderno e funzionale, punto di riferimento per i malati di Alzheimer di tutto il comprensorio della Media Valle del Tevere, ringraziando tutti i soggetti che hanno reso possibile questo prezioso traguardo.

Leggi l'intero Comunicato Stampa - USL Umbria 1 - Laboratorio Cognitivo al CD Alzheimer di Fratta Todina
Ultimo aggiornamento: 25/09/2017