Meningite, aggiornamenti ed approfondimenti

Nessun allarme meningite. Ricordando che in Umbria nel 2016 non c'è stato nessun caso di meningite da meningococco B o C e che attualmente  non ci sono focolai epidemici in corso, la Usl Umbria 1 ritiene utile fornire le seguenti informazioni sulla malattia e sulle vaccinazioni disponibili.

Leggi l'articolo "Meningite: una epidemia mediatica" (5 gennaio 2017)


Cos'è

La meningite è una infiammazione delle meningi, cioè delle membrane che racchiudono e proteggono il cervello e il midollo spinale, causata da batteri o virus.
La meningite virale, detta "asettica", in genere si risolve spontaneamente senza conseguenze.
La meningite batterica è invece una malattia molto seria che può diventare grave se non viene curata per tempo specialmente perché in alcuni casi può determinare una disseminazione dei batteri  nell'organismo tramite il sangue (sepsi). I batteri che più frequentamente la generano sono lo Pneumococco, l'Haemophilus influenzae e il Meningococco.


Come si trasmette


Il contagio del Meningococco avviene per via respiratoria tra persone che sono state a stretto contatto, attraverso le gocce di saliva e, per via indiretta, anche attraverso il contatto con secrezioni orali. Nella maggior parte dei casi si determina uno stato di portatore completamente asintomatico e transitorio mentre solo una minima parte delle persone sviluppa la malattia.


Quali sono i sintomi


La meningite spesso si manifesta in modo improvviso e con sintomi in prevalenza associati tra loro:

  • febbre elevata
  • mal di testa
  • dolore e rigidità della nuca
  • nausea e vomito
  • forte debolezza e prostrazione
  • chiazze cutanee diffuse

Come prevenire

La vaccinazione è sicuramente lo strumento più efficace per la prevenzione della meningite batterica.

In Italia sono disponibili diversi vaccini contro la meningite.

 


VACCINAZIONE CONTRO IL MENINGOCOCCO C (NEISSERIA MENINGITIDIS C)

QUADRO NAZIONALE

MINISTERO DELLA SALUTE

QUADRO REGIONALE

USL UMBRIA 1

 

La vaccinazione contro Neisseria meningitidis (meningococco C) è gratuita e il calendario nazionale prevede la somministrazione di una
sola dose a 13 mesi. Il vaccino è
inoltre gratuito per gli adolescenti, raccomandato
sia a chi non è mai stato vaccinato nell'infanzia sia
a chi ha già ricevuto la dose prevista a 13 mesi.
In alcune Regioni il richiamo nell'adolescenza è già
stato inserito in calendario e il vaccino è offerto gratuitamente. Anche il nuovo Piano Nazionale
Prevenzione Vaccinale introduce una dose di richiamo nell'adolescenza. 


La probabilità di ammalarsi è maggiore 
nella fascia di età 0-4 anni e in particolare
nel primo anno di vita in cui l’incidenza supera i 4 casi 
per 100.000; e si mantiene elevata fino alla fascia
15-24 anni.

 

 

 

 

 L’incidenza della malattia si mantiene elevata fino alla fascia 15-24 anni. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
L’incidenza della malattia diminuisce
dai 25 anni in poi.

 

 

 

 

 




 

 

La vaccinazione contro Neisseria meningitidis C (meningococco C)  rientra nell’offerta attiva gratuita secondo il calendario vaccinale italiano (dal 2008).

 

 

 






Per i bambini e ragazzi fino a 18 anni
non   vaccinati:

  • La vaccinazione è raccomandata
  • Costo: è offerta gratuitamente
  • Modalità: presentarsi direttamente al Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute anche senza necessità di impegnativa da parte del Medico di medicina generale o Pediatra.

 

Per i giovani adulti oltre i 18 anni  non vaccinati:

  • La vaccinazione è raccomandata e NON è offerta gratuitamente (con l’eccezione dei soggetti  affetti da specifiche patologie e dietro presentazione di idonea documentazione)
  • Costo: La somministrazione prevede la compartecipazione della spesa sanitaria.
  • Modalità: munirsi di impegnativa presso il proprio Medico di Medicina Generale e richiedere le modalità di accesso al Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute.

 

Per gli adulti sopra 25 anni di età la eventuale vaccinazione  NON è offerta gratuitamente (con l’eccezione dei soggetti  affetti da specifiche patologie e dietro presentazione di idonea documentazione)

  • Per ulteriori informazioni si consiglia di consultare il proprio Medico di medicina generale o il Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute.

 

Per gli studenti residenti in Umbria, ma frequentanti Scuole o Università toscane e le  persone residenti in Umbria prive di domicilio sanitario in Toscana che frequentano in modo continuativo il territorio toscano per motivi di lavoro

  • La vaccinazione è consigliata
  • Costo: La somministrazione prevede la compartecipazione della spesa sanitaria.
  • Modalità: munirsi di impegnativa presso il proprio Medico di medicina generale e richiedere le modalità di accesso al Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute.

 


 

VACCINAZIONE CONTRO IL MENINGOCOCCO B (NEISSERIA MENINGITIDIS B)

QUADRO NAZIONALE

MINISTERO DELLA SALUTE

QUADRO REGIONALE

USL UMBRIA 1

 

La vaccinazione contro Neisseria meningitidis B (meningococco B) prevede dosaggi diversi
a seconda dell'età in cui si inizia a vaccinare,
anche se il vaccino è indicato soprattutto
al di sotto di un anno di età.
In particolare, il nuovo il calendario nazionale
prevede la somministrazione di 3 dosi
nel corso del primo anno di vita più un richiamo
dopo l'anno di età.

 

 

 

 

Al momento la vaccinazione contro Neisseria meningitidis B (meningococco B) NON è offerta gratuitamente (con l’eccezione dei soggetti  affetti da specifiche patologie e dietro presentazione di idonea documentazione).

 

In attesa che l’offerta attiva gratuita (chiamata diretta dei bambini nelle fasce d'età previste) parta anche nella Regione Umbria,  il vaccino  è disponibile nei Centri di Salute dei  Distretti:

  • Costo: La somministrazione prevede per tutti, bambini e adulti, la compartecipazione della spesa sanitaria.
  • Modalità: munirsi di impegnativa dal proprio Medico di medicina genrale o Pediatra e richiedere le modalità di accesso al Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute.

 

Per gli adulti e gli anziani non vaccinati:

  • Si evidenzia che le indicazioni delle schede tecniche dei vaccini segnalano una carenza di dati di efficacia e di somministrabilità nelle persone sopra 50 anni di età

 


 

VACCINAZIONE CON Il VACCINO QUADRIVALENTE

(ANTI MENINGOCOCCHI A-C-Y-W135)

QUADRO NAZIONALE

MINISTERO DELLA SALUTE

QUADRO REGIONALE

USL UMBRIA 1

 

La vaccinazione quadrivalente contro
il meningococco A-C-Y-W135
conferisce protezione nei confronti
della meningite causata da 4 diversi sierogruppi di meningococco (non comprende il meningococco B e comprende invece il sierogruppo A non presente
in Europa e che è invece prevalente nell’Africa subsahariana) e consiste nella somministrazione di una singola dose a partire dai 12 mesi di età.

 

 

 

 

 

 

 

Al momento la vaccinazione quadrivalente contro il meningococco A-C-Y-W135 NON è offerta gratuitamente.

 

La vaccinazione è disponibile nei Distretti sanitari

  • Costo: La somministrazione prevede per tutti, bambini e adulti, la compartecipazione della spesa sanitaria.
  • Modalità: munirsi di impegnativa dal proprio Medico di medicina generale o Pediatra e richiedere le modalità di accesso al Punto Vaccinazioni del proprio Centro di Salute.

 

Per gli adulti e gli anziani non vaccinati:

  • Si evidenzia che le indicazioni delle schede tecniche dei vaccini segnalano una carenza di dati di efficacia e di somministrabilità nelle persone sopra 55 anni di età

 

Per le persone che si recano come viaggi internazionali in paesi nei quali la vaccinazione con vaccino tetravalente può essere indicata (in particolare Africa Subsahariana)

  • la vaccinazione viene effettuata presso il Centro di Medicina del Viaggiatore, con compartecipazione della spesa del costo del vaccino. E’ sufficiente in questo caso telefonare al 075-5412454 per prenotare l’accesso.

        

 Costi in copartecipazione dei vaccini

1. Menjugate - vaccino meningococcico tipo C   € 17,83 
 
2. Nimenrix - vaccino meningococcico gruppo A,C, W-135 e Y  €  48,67
 
3. Bexsero -  vaccino meningococcico tipo B  €  79,74
 
Questi costi possono essere soggetti a piccole variazioni a seconda del periodo e quantità relative all'ordine di approvigionamento e della Ditta fornitrice

Attenzione!

Per quanto riguarda la priorità da dare alle richieste di vaccinazione e alla programmazione delle sedute vaccinali, in conformità con le indicazioni regionali e con l'epidemiologia attuale della meningite meningococcica, vanno privilegiati:

  • i minori (sia come I dose che come eventuale richiamo)
  • studenti residenti in Umbria, ma frequentanti Scuole o Università in Toscana
  • persone residenti In Umbria prive di domicilio sanitario in Toscana che frequentano in modo continuativo il territorio toscano per  esempio per motivi di lavoro

Si ricorda che i Punti vaccinali sono autorizzati a somministrare soltanto i vaccini forniti dal Servizio di Farmacia Aziendale (e non acquistati dagli utenti).

 


VACCINAZIONE CONTRO EMOFILO TIPO B (HAEMOPHILUS INFLUENZAE)

QUADRO NAZIONALE


MINISTERO DELLA SALUTE

QUADRO REGIONALE


USL UMBRIA 1

La vaccinazione contro Haemophilus Influenzae B
(emofilo tipo B) è solitamente effettuata
gratuitamente per tutti i nuovi nati all’interno del vaccino esavalente, insieme a quella antitetanica, antidifterica, antipertosse, antipolio e  antiepatite B, al 3°, 5° e 11°
mese di vita del bambino, come da calendario vaccinale italiano. Non sono necessari ulteriori richiami.

La vaccinazione contro Haemophilus Influenzae B (emofilo tipo B) rientra nell’offerta attiva  gratuita secondo il calendario vaccinale italiano per i bambini.

 


VACCINAZIONE CONTRO PNEUMOCOCCO (STREPTOCOCCUS PNEUMONIAE)

QUADRO NAZIONALE

MINISTERO DELLA SALUTE

QUADRO REGIONALE

USL UMBRIA 1

La vaccinazione contro Streptococcus pneumoniae (pneumococco) è offerta gratuitamente e va somministrata in 3 dosi, al 3°, 5° e 11° mese di vita del bambino. Non sono necessari ulteriori richiami.

La vaccinazione contro Streptococcus pneumoniae (pneumococco) rientra nell’offerta attiva  gratuita secondo il calendario vaccinale italiano per i bambini.

 


Altre precauzioni


I batteri che causano la meningite, in particolare il meningococco, non possono vivere a lungo fuori dall'organismo umano e sono molto sensibili ai comuni disinfettanti ed alla luce del sole.
Essendo il contagio interumano, si possono adottare misure di igiene e protezione individuali:

  • evitare luoghi chiusi ed affollati e contatti ravvicinati con le persone
  • in caso di colloqui prolungati, tenere una distanza di almeno un metro dall'interlocutore
  • non scambiare oggetti di uso personale (bicchieri, sigarette, ecc.)
  • mantenere pulite le superfici (interruttori, telefoni, tastiere, maniglie, rubinetti, pulsantiere dei citofoni o dell'ascensore, tavoli e scrivanie) perché possono venire contaminate
  • arieggiare spesso i luoghi dove si vive e si lavora
  • lavarsi le mani con cura e più volte al giorno con acqua e sapone, in particolare dopo aver tossito, starnutito o essersi soffiato il naso

Per maggiori informazioni consulta il Sito del Ministero della Salute con le domande più frequenti sul tema della meningite.

Ulteriori aggiornamenti sulla situazione locale nei distretti dell'Az. USL Umbria 1 saranno pubblicati appena disponibili.