Modalità di accesso e vita in Hospice


MODALITA' DI ACCESSO

Possono usufruire del servizio HOSPICE di Perugia sia i residenti nella USL Umbria 1 sia i non residenti, previa autorizzazione al ricovero.
L’accesso in Hospice non è diretto, ma prevede (Delibera 334/2015) la valutazione da parte dell’Unità Valutativa dell’Hospice (medico responsabile Hospice o delegato, coordinatrice infermieristica o delegato, eventuale assistente sociale e psicologo) che viene attivata previa segnalazione proveniente:

a)  DALL'OSPEDALE:
Il personale del reparto ospedaliero invia al numero di fax dell’Hospice 075 5412399 la Scheda di Dimissione Protetta almeno 24-48 ore prima della dimissione prevista. L’Unità Valutativa Hospice accede in reparto per la valutazione del paziente e per parlare con i familiari.
1.  Dopo la valutazione, se il paziente ha i requisiti per accedere all’Hospice e accetta il ricovero, viene effettuato un colloquio pre-ricovero con i familiari presso l’Hospice ed inserito in lista di attesa, condividendo il percorso con il Medico di Medicina Generale.
2.  Nel caso in cui il paziente non abbia i requisiti per accedere o non accetti la proposta di ricovero l’Unità di Valutazione avrà cura di proporre un percorso alternativo domiciliare o residenziale idoneo.

b)  DAL DOMICILIO:
1.  In caso di paziente non assistito dalla Unità di Cure Palliative, è il Medico di Medicina Generale che richiede la consulenza del medico palliativista per valutare congiuntamente l’eventuale accesso in Hospice. Se il paziente ha i requisiti per accedere all’Hospice e accetta il ricovero , viene effettuato un colloquio pre-ricovero con i familiari presso l’hospice ed inserito in lista di attesa
2. Se invece il paziente è seguito dall’Unità di Cure palliative, sarà l’equipe stessa a valutare la necessità del ricovero in Hospice.

Il paziente domiciliare ha una priorità di accesso rispetto al paziente che è già in cura presso una struttura ospedaliera.


Cosa portare al momento del ricovero in hospice

(verificare se anche l’impegnativa del MMG)

  • Tessera sanitaria
  • Documento di identità
  • Documentazione diagnostica e clinica precedente
  • Elenco dei farmaci che si assumono abitualmente
  • Biancheria intima
  • Abbigliamento per il giorno (tuta e/o altri indumenti comodi in considerazione delle attività riabilitative) e per la notte (pigiama…)
  • Scarpe da ginnastica (meglio con chiusura a velcro) o pantofole chiuse
  • Asciugamani da bagno e/o accappatoio
  • Articoli vari per la toilette (pettine, spazzola, spazzolino da denti, dentifricio…)
  • Posate, bicchiere, tazza personali
  • Si consiglia di non portare con sé, per quanto possibile, oggetti di valore o denaro, in quanto il personale non può garantirne la custodia all’interno del reparto.

LA VITA NELLA STRUTTURA

Al momento dell’ingresso ogni ospite verrà accolto dal personale infermieristico che si prenderà cura di ricevere e illustrare le modalità attraverso le quali usufruire dei servizi.

Orario di visita: continuativo dalle 8.00 alle 20.00 tutti i giorni della settimana. E’ possibile accedere o pernottare nella struttura anche al di fuori dell’orario di visita previa richiesta ed autorizzazione.

Permessi di uscita: su parere del medico, possono essere rilasciati per autorizzazioni per la temporanea uscita dall’Hospice. Il permesso dovrà essere chiesto attraverso l’apposito modulo compilato dall’ospite o da un familiare.

Fumo: Ai sensi della normativa vigente è vietato fumare negli ambienti chiusi, nei corridoi, nelle corsie, negli ambulatori, nelle sale comuni.

Bar: nelle vicinanze sono reperibili 3 bar:

a circa 200m è presente il bar Universitario che rimane chiuso il sabato e la domenica e tutti i giorni festivi. Servizio offerto: possibilità molto limitata di pasti caldi.

Sulla strada principale, via del Giochetto, di fronte all’ingresso del Cimitero di Perugia, si trova un bar che offre una maggior scelta di cibi caldi e insalate.

Ambulanze: Se al momento delle dimissioni si rendesse necessario il trasferimento in ambulanza sarà il nostro personale ad organizzarlo.

Telefoni: Ogni stanza dispone di un apparecchio telefonico privato, da cui è possibile solo ricevere telefonate.

Pasti: La qualità dell’alimentazione rappresenta un requisito importante nell’Hospice. Un servizio di cucina garantisce ogni giorno una vasta possibilità di scelta tra diverse portate decise a piacere da ciascun ospite.

Assistenza religiosa

L’Hospice è provvisto di una sala di preghiera multiconfessionale dove le persone possono professare la propria fede nel rispetto reciproco di tutte le convinzioni religiose. Gli ospiti potranno ricevere liberamente il conforto del proprio assistente spirituale all’interno della struttura.

 

Ultimo aggiornamento: 23/11/2017