Celiachia

La malattia celiaca o celiachia e' una intolleranza permanente al glutine, in soggetti geneticamente predisposti.  

E’ una patologia sociale che interessa un numero sempre crescente di cittadini (al 31/12/2009, in Umbria, i celiaci diagnosticati risultavano essere 1.494: maschi 420; femmine 1.074; di cui  153 bambini)  e che può essere tenuta perfettamente sotto controllo seguendo poche elementari regole di alimentazione e cioè  eliminare  dalla dieta tutti i cereali contenenti glutine: Frumento, Orzo, Segale, Farro, Spelta, Kamut, Triticale.

 E' infatti  dimostrato che anche l' assunzione di piccole quantità di glutine (1gr/die) è in grado di provocare danni a carico della mucosa intestinale pur in assenza di una sintomatologia clinica evidente.                         

L’ eliminazione del glutine dalla dieta porta alla completa normalizzazione del quadro intestinale con ricrescita dei villi e scomparsa della sintomatologia.

L’ applicazione di queste regole consente di vivere una vita assolutamente normale e, se questo è  possibile nella propria abitazione, può diventare problematico quando si  mangia fuori casa.

Va sottolineato inoltre che la legge n. 123/2005 recante “ Norme per la protezione dei soggetti malati di celiachia” prevede al comma 1 dell’art. 4: “Al fine di garantire un’ alimentazione equilibrata ai soggetti affetti da celiachia è riconosciuto il diritto all’ erogazione gratuita di prodotti dietoterapeutici senza glutine”.

A tal fine la Regione Umbria con DGR n. 1141/2011 ha ritenuto di estendere a tutto il territorio regionale la possibilità di erogare, a carico del SSN, i prodotti senza glutine, inclusi nel Registro Nazionale di cui all’art. 7 del D.M. 08.06.2001, oltre che tramite le farmacie pubbliche e private convenzionate, anche attraverso gli esercizi commerciali del settore merceologico alimentare, autorizzati dalle Aziende Sanitarie Locali.

 

Il Responsabile del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (afferente al Dipartimento di Prevenzione) è delegato a: “Adottare gli atti a rilevanza esterna (Determine Dirigenziali) riferibili alla verifica ed al riconoscimento della sussistenza dei requisiti previsti dalla normativa vigente e secondo quanto stabilito dalla Delibera G.R.U. n.1141/2011 ai fini del rilascio dell’autorizzazione agli esercizi commerciali del settore merceologico alimentare di cui al D. L.vo 114/1998 e s.m.i., incluse le parafarmacie, che hanno presentato domanda per la erogazione degli alimenti senza glutine, inclusi nel Registro Nazionale di cui all’art. 7 del DM 08/06/2001, a favore delle persone affette da celiachia”.


La Regione Umbria, con Determinazioni Dirigenziali di propria emanazione, rilascia le autorizzazioni per l’erogazione degli alimenti senza glutine agli esercizi che sono elencati nella seguente lista aggiornata:


 esercizi autorizzati alla erogazione degli alimenti senza glutine feb 2017



Vendita alimenti senza glutine


 

 

 

Ultimo aggiornamento: 09/02/2017