LOTTA ALLE INFEZIONI OSPEDALIERE E AI GERMI MULTIRESISTENTI


Nella lotta alle infezioni ospedaliere e a tutte le problematiche relative ai germi multiresistenti è importante che tutti facciano la loro parte: non soltanto gli operatori sanitari ma anche i pazienti, i familiari e in generale i caregiver devono essere informati sulle principali regole igieniche da seguire sia durante il ricovero in ospedale sia quando si rientra a casa o in altre strutture residenziali.

La diffusione estremamente rapida nella poplazione mondiale di Enterobatteri, batteri della popolazione microbica intestinale responsabili di infezioni anche gravi,  che sono resistenti a molti antibiotici ad ampio spettro come i Carbapenemi (CRE), è uno dei problemi epidemiologici più rilevanti degli ultimi anni a livello mondiale.

Per sapere come prevenire la loro trasmissione da persona a persona leggi la scheda informativa...

 CARBAPENEMI (CRE) - SCHEDA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE E I SUOI FAMILIARI

 Leggi come effettuare il CORRETTO LAVAGGIO DELLE MANI, principale strumento di prevenzione delle infezioni virali e batteriche



CAMPAGNA IGIENE DELLE MANI |  Ricorda, una mano pulita salva la vita!

Le mani sono il principale veicolo di trasmissione di infezioni, perché le cellule più esterne dell’epidermide sono normalmente "colonizzate" da microbi (batteri e funghi).
Il corretto lavaggio delle mani è quindi il primo passo per ridurre le infezioni virali e batteriche,  in particolare in strutture sanitarie, ambienti ospedalieri e altri luoghi di cura; numerosi studi dimostrano, infatti, che il 15-30% delle infezioni che si verificano in ospedale possono essere prevenute con una accurata igiene delle mani.

Per questo, a partire dalla metà del mese di febbraio 2018 l’area funzionale di Rischio Clinico e il Comitato delle Infezioni Ospedaliere della USL Umbria 1 hanno messo a disposizione degli stabilimenti ospedalieri dei Poster a muro dove saranno installati i supporti per i Dispenser da 500 ml. di soluzione idroalcolica per promuovere tra gli operatori sanitari così come tra i pazienti e i familiari e/o visitatori l’igiene delle mani garantita attraverso il frizionamento della soluzione idroalcolica.


I poster consegnati saranno di due dimensioni:

  1. Il formato grande, su cui fissare direttamente il supporto per il dispenser, sarà affisso negli ingressi degli stabilimenti, nelle sale di attesa dei poliambulatori e dei reparti e negli spazi comuni per ricordare l’importanza di lavarsi le mani con la frizione alcolica
  2. Il formato piccolo sarà affisso all’interno delle Unità Operative / Servizi vicino ai Dispenser per ricordare sia agli operatori sanitari sia ai pazienti e ai familiari visitatori la necessità del lavaggio delle mani con frizionamento di soluzione idroalcolica

Si ricorda che secondo molte evidenze scientifiche e in accordo con linee guida 2009 dell’OMS il lavaggio delle mani con gel idroalcolico rappresenta la prima scelta per l’igiene delle mani nell’assistenza sanitaria, in sostituzione del lavaggio sociale e antisettico, ad eccezione di alcune particolari situazioni:

  • mani visibilmente sporche oppure visibilmente macchiate di sangue o altri fluidi corporei
  • esposizione provata o fortemente sospetta a potenziali patogeni sporigeni
  • uso dei servizi igienici


L’utilizzo del gel a base alcolica ha i seguenti vantaggi:

  • Eliminazione della maggioranza dei germi, inclusi i virus
  • Breve tempo di azione (20-30 secondi)
  • Migliore tollerabilità cutanea
  • Nessuna particolare infrastruttura necessaria (come approvvigionamento di acqua, disponibilità del lavandino e asciugamano…)


Le indicazioni per l’igiene delle mani degli operatori sono individuate nei cinque momenti che propone l’Oms:

  1. Prima del contatto con il paziente
  2. Prima del contatto con i liquidi del paziente
  3. Prima di una manovra pulita asettica
  4. Dopo il contatto con il paziente
  5. Dopo il contatto con gli oggetti e l’ambiente del paziente


L’installazione dei dispenser sarà coordinata dalle Direzioni mediche di Presidio in collaborazione con i Coordinatori delle Unità Operative e dei Servizi e dovrà avvenire negli spazi comuni accessibili all’utenza (ingressi, corridoi, ecc.) avendo cura di collocarli in posizioni strategiche quali:

  • Hall ospedale
  • Sale di attesa
  • Spazi dove sostano gli utenti in attesa di prestazioni sanitarie
  • Corsie di degenza, uno o più in base alle dimensioni, nei pressi delle camere dei degenti
  • Corridoi all’interno dei servizi dove transitano operatori sanitari che svolgono pratiche clinico assistenziali


Tutti gli operatori sanitari hanno a disposizione la confezione tascabile da 100ml. di gel idroalcolico da tenere in tasca e da utilizzare nei momenti appropriati.

L’utilizzo dei dispenser installati su poster a muro (500 ml.) e di quelli da 100 ml ad uso personale garantiranno la possibilità agli operatori sanitari di avere sempre a disposizione, durante lo svolgimento delle pratiche clinico-assistenziali, la soluzione idroalcolica per la corretta igiene delle mani.

Si consiglia inoltre alle Unità Operative e ai Servizi di adottare procedure interne che prevedano:

  • Il controllo sistematico della presenza del prodotto dei dispenser
  • Il rifornimento puntuale della soluzione quando terminata
  • La modalità di pulizia dello stantuffo della confezione
  • Di indicare la data di apertura sulla confezione


Verranno effettuati incontri per la formazione sul campo degli operatori con osservazioni dirette sulle modalità e i momenti in cui gli operatori sanitari effettuano il frazionamento o il lavaggio delle mani.


Il corretto lavaggio delle mani prevede i seguenti passaggi:

Con la soluzione alcolica:

  1. Versare nel palmo della mano una quantità di soluzione sufficiente per coprire tutta la superficie delle mani fino al polso
  2. Frizionare le mani palmo contro palmo
  3. Il palmo destro sopra il dorso sinistro intrecciando le dita tra loro e viceversa
  4. Palmo contro palmo intrecciando le dita tra loro
  5. Dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo le dita strette tra loro
  6. Frizione rotazionale del pollice sinistro stretto nel palmo destro e viceversa
  7. Frizione rotazionale in avanti e indietro con le dita delle mano della mano destra strette tra loro nel palmo sinistro e viceversa
  8. Una volta asciutte (dopo la completa evaporazione del prodotto alcolico), le tue mani sono sicure

Con acqua e sapone, nel caso in cui le mani siano visibilmente sporche:
  1. Bagnare le mani con l'acqua
  2. Versare nel palmo della mano una quantità di sapone sufficiente per coprire tutta la superficie delle mani fino al polso
  3. Frizionare le mani palmo contro palmo
  4. Il palmo destro sopra il dorso sinistro intrecciando le dita tra loro e viceversa
  5. Palmo contro palmo intrecciando le dita tra loro
  6. Dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo le dita strette tra loro
  7. Frizione rotazionale del pollice sinistro stretto nel palmo destro e viceversa
  8. Frizione rotazionale in avanti e indietro con le dita delle mano della mano destra strette tra loro nel palmo sinistro e viceversa
  9. Risciacquare le mani con l'acqua
  10. Asciugare con molta cura le mani con una salvietta monouso
  11. Usare la salvietta per chiudere, eventualmente, il rubinetto
  12. Una volta asciutte, le nostre mani sono sicure





APPROFONDIMENTI SULL'ANTI-MICROBICO-RESISTENZA (AMR)

La resistenza agli antimicrobici è il fenomeno per il quale un microrganismo risulta resistente all'attività di un farmaco antimicrobico, originariamente efficace per il trattamento di infezioni da esso causate. Il fenomeno può riguardare tutti i tipi di farmaci antimicrobici, in primo luogo gli antibiotici (o antibatterici) ma anche antifungini, antivirali, antiparassitari.
L'antibiotico resistenza è un fenomeno che si è sviluppato nel corso degli anni a causa dell'uso massivo e inappropriato degli antibiotici in tutti i settori.
Secondo l’OMS, l’anti-microbico resistenza rappresenta oggi una delle maggiori minacce per la salute pubblica a causa dell’impatto epidemiologico ed economico del fenomeno.

Il Ministero della Salute ha predisposto un piano di contrasto all'antimicrobico-resistenza focalizzato sulla resistenza agli antibiotici che rappresenta, al momento, il problema di maggiore impatto nel nostro Paese e per il quale sono più urgenti le azioni di prevenzione e controllo.

Leggi il documento in PDF


 PNCAR Piano Nazionale di Contrasto della Antimicrobico Resistenza 2017-2020

Ultimo aggiornamento: 20/02/2018