Ospedali


Gli Ospedali garantiscono assistenza in regime di ricovero ordinario, Day Hospital (senza pernottamento), Day Surgery (chirurgia con un solo giorno di ricovero), Week Surgery (chirurgia con ricovero dal lunedì al venerdì) e attività Specialistica Ambulatoriale.
La rete ospedaliera dall'Azienda USL Umbria 1 è costituita da due Ospedali DEA (Sede di Dipartimento Emergenza ed Accettazione):
Presidio Ospedaliero Città di Castello e Umbertide (con due stabilimenti)
Ospedale di Gubbio - Gualdo Tadino (Branca)

e un Presidio Ospedaliero Unificato (POU) che comprende i seguenti Ospedali di territorio:
Ospedale di Assisi
Ospedale di Castiglione del Lago
Ospedale della Media Valle del Tevere (Pantalla)


Guarda i video esplicativi sulla sicurezza del paziente prima di recarti in Ospedale


ORARIO DI RICEVIMENTO DEI MEDICI:

Quando non diversamente indicato da apposita segnaletica, l'orario di ricevimento dei medici è indicativamente dopo le ore 12.00, ma per informazioni più precise invitiamo i cittadini a rivolgersi ai coordinatori infermieristici delle Unità di degenza dei singoli presidi ospedalieri.


I PROGETTI DI QUALITA' DELL'ACCOGLIENZA, DELL'UMANIZZAZIONE E DELL'ASSISTENZA

OSPEDALE "SENZA DOLORE": Dal 2010 non soffrire è un diritto per il cittadino italiano, e lo sviluppo della sicurezza e dell’affidabilità delle tecniche di anestesia locoregionale e della terapia del dolore acuto e cronico un impegno per la sanità. Per sapere come migliorano le procedure di anestesia loco-regionale e di controllo del dolore clicca qui

OSPEDALE "A MISURA DI DONNA":
Da anni nella rosa degli ospedali “a misura di donna” nell’ambito del progetto “Bollini rosa” promosso da O.N.Da. (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna), gli ospedali della USL Umbria 1 aumentano di anno in anno  l’attenzione alla donna, in termini di salute ma anche sfera sociale, relazionale e psicologica,  attraverso la presenza di specialità cliniche dedicate alle principali patologie femminili e l’attivazione di percorsi diagnostico-terapeutici e per l’accoglienza e l’umanizzazione delle cure finalizzate alla centralità della donna e alla tutela della sua dignità. I punti di eccellenza dei nostri presidi ospedalieri “a misura di donna” riguardano il percorso nascita, il percorso di prevenzione, il percorso diagnostico-terapeutico per patologie oncologiche femminili,  il percorso di accoglienza e mediazione culturale. Per approfondimenti sui bollini rosa dei nostri ospedali clicca qui

RIANIMAZIONE "APERTA": È dimostrato che una maggiore flessibilità di accoglienza dei familiari nelle strutture di Rianimazione / Terapia Intensiva accelera il recupero dei pazienti. Per questo nelle  strutture di Rianimazione degli ospedali di Città di Castello e di Gubbio-Gualdo Tadino della USL Umbria 1 è stato adottato un modello di Terapia Intensiva “Aperta”, in cui siano eliminate quelle barriere fisiche, temporali e relazionali non effettivamente utili alla cura del malato ed in cui venga promosso un trattamento personalizzato che tenga conto delle dimensioni  fisiche, psicologiche e relazionali di ogni individuo. Con tale tipologia assistenziale  non è più richiesta la vestizione dei parenti, è consentito l’ingresso in contemporanea di due visitatori per paziente e l’ingresso dei familiari è libero a partire dalle ore 13, fermo restando la necessità di attenersi a precise disposizioni che regolano l’accesso dei visitatori oltre che dei professionisti sanitari. Per appronfondimenti sul regolamento di accesso nei reparti di Rianimazione  clicca qui


ALTRI PROGETTI DI ACCOGLIENZA E UMANIZZAZIONE: Numerosi sono i progetti realizzati, anche in collaborazione con le Associazioni del territori, per migliorare l'accoglienza, l'umanizzazione delle cure e dell'assitenza... Per approfondimenti   clicca qui


 RIORGANIZZAZIONE INNOVATIVA DEI SERVIZI OSPEDALIERI E TERRITORIALI






Ultimo aggiornamento: 03/11/2017