PISCINE

La prestazione deriva dalla emenazione della Legge Regionale n°4 del 2007 che prevede l'emanazione di pareri igienico sanitari da parte della A.U.S.L. territorialmente competente nei confronti dei cittadini e/o associazioni che intendono realizzare e/o utilizzare piscine con finalità agonistiche, ludiche o associative diverse dall'uso personale privato.

A chi è rivolto

In base alla Legge Regionale n°4 del 13/02/2007 chiunque intende realizzare nuovi impianti natatori o ristrutturare e/o ampliare impianti esistenti (in misura tale da comportare variazioni distributive e/o funzionali) deve acquisire il preventivo parere igienico-sanitario dell’Azienda unità sanitaria locale ASL competente (Az. U.S.L. Umbria 1).

Chi intende avviare un’attività in piscine di nuova costruzione appartenenti alle classi A/1 ed A/4 (stabilite dalla predetta Legge) deve acquisire il parere igienico-sanitario successivo alla realizzazione dell’impianto, previa comunicazione di richiesta.

Se invece l’impianto natatorio ricade nelle classi A/2, A/3 e B/1 l’inizio dell’attività è subordinato alla comunicazione alla ASL competente.

Per i titolari degli impianti esistenti, realizzati per le attività stagionali, vige l’obbligo di comunicare alla ASL competente entro trenta giorni prima dell’attivazione dell’impianto, la riapertura della struttura e le eventuali variazioni degli impianti e/o del responsabile della piscina, nonché la chiusura della struttura, qualora debba verificarsi l’interruzione dell’attività.

Costi

parere igienico sanitario per inizio attività con sopralluogo per piscine di nuova costruzione (A1-A4): € 201,00

 Modello comunicazione per la riapertura stagionale piscine di categoria A

 Modello inizio attività piscine nuova costruzione

Tutela della salute dai rischi presenti nell'ambiente di vita delle persone e della collettività.
Ultimo aggiornamento: 11/09/2017