Residenza “ex Ospedaletto” di Magione

Struttura Residenziale "Ex Ospedaletto" di Magione
Sede: Via della Torre, 06063 Magione (Pg) - vicino alla Torre dei Lambardi

Tel. 075 8473342
Segreteria Direzione del Distretto Tel. 075 8354218


La struttura, di proprietà del Comune e gestita dall'Azienda USL Umbria 1 su delega della Zona Sociale Trasimeno, offre due tipologie di servizi:

1. Comunità alloggio:
accoglie persone adulte disabili gravi la cui famiglia non è più in grado di offrire, in modo temporaneo o permanente, le cure e gli interventi necessari e risolutivi allo stato di bisogno;

2. Famiglia comunità per il “Dopo di Noi”:
accoglie persone adulte disabili gravi prive di familiari di riferimento.


Guarda il Video di Presentazione della Struttura


Destinatari
I due Servizi sono destinati a cittadini di entrambi i sessi, che abitano nel territorio dell’Az. USL n. 2 dell’Umbria, con priorità per quelli residenti nel Distretto/Comuni del Trasimeno.

Il livello di disabilità deve essere compatibile con la vita in un ambiente di tipo familiare e non deve richiedere livelli elevati di assistenza sanitaria e riabilitativa.
Capacità di Accoglienza La “Comunità Alloggio” ha una recettività massima di n. 8 posti dei quali n. 2 destinati “al sollievo” o “all’emergenza” che prevedono un periodo di accoglienza non superiore a 30 giorni all'anno.
La “famiglia-comunità per il Dopo di Noi” ha una recettività di n. 6 posti.



Ammissione
Le persone interessate possono rivolgersi al Servizio Sociale del Centro di Salute o all'Ufficio di Cittadinanza del territorio di riferimento; questi servizi provvedono a fornire le necessarie informazioni e ad attivare il percorso di richiesta.
È prevista l’attivazione dello stesso iter anche per gli inserimenti di sollievo/emergenza.

I documenti necessari per l'inserimento sono:

- valutazione da parte dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare del Distretto Trasimeno dei bisogni del richiedente in relazione ai Servizi che offre la Struttura;

- documenti personali, anagrafici e sanitari;

- certificazione del MMG attestante l’idoneità della persona alla vita di comunità;

- indicazione del familiare o altra persona referente;

- accettazione dell’onere di retta da parte dell’interessato, o del familiare o del legale rappresentante, in caso di compartecipazione alla spesa.




Inserimenti

L’inserimento in via definitiva, autorizzato dal Direttore del Distretto e dal Responsabile della Zona Sociale, sarà confermato dal Gruppo di Coordinamento Tecnico solo dopo il superamento di un periodo di osservazione di 30 giorni.
Prima dell’inserimento, il richiedente, o il familiare, o il legale
rappresentante, è invitato a visitare la struttura, conoscere l’organizzazione, prendere atto del relativo regolamento sottoscrivendone la presa visione.


Attività
Il servizio è garantito in maniera continuativa nell’arco delle 24h per l’intera settimana e per tutto l’anno senza interruzioni.
Le due tipologie di servizio prevedono l’espletamento delle seguenti attività:

- assistenza nelle attività della vita quotidiana e tutelare nell’arco delle 24 ore;

- somministrazione dei pasti;

- attività di animazione, ricreative, di socializzazione ed ergo terapiche;

- realizzazione di spazi e percorsi di attività socio-educative specifiche sulla base dei bisogni espressi dai singoli ospiti;

- integrazione sociale degli ospiti attraverso l’apertura alla comunità locale;

- mantenimento delle relazioni con la rete parentale, se presente;


- collegamento funzionale ed operativo con il sistema dei servizi sanitari, socio-sanitari e riabilitativi esistenti nel territorio.


Assistenza Medica ed Infermieristica

L’assistenza medica per ogni ospite della struttura è garantita dal Medico di Medicina Generale. L’assistenza infermieristica è fornita dal Servizio di Assistenza
Domiciliare Infermieristica del Centro di Salute di riferimento della struttura.
I Servizi territoriali od ospedalieri assicurano eventuali interventi sanitari specifici.


Rette
Le rette stabilite dall'attuale normativa regionale prevedono:
“Comunità alloggio per Disabili Gravi”, retta giornaliera intera € 85,90 (quota a carico dell’ospite € 42,95, pari al 50% dell’intera retta);
“Famiglie-Comunità per il Dopo di Noi” retta giornaliera intera € 83,00 (quota a carico dell’ospite € 49,80, pari al 60% dell’intera retta).
Eventuali criticità economiche possono essere rappresentate al Comune di residenza.


Organizzazione
All’interno della struttura sono presenti operatori addetti all’assistenza ed educatori ai quali è affidata la gestione quotidiana della persona disabile in tutte le sue attività nel rispetto dei Piani Assistenziali Personalizzati.

È presente inoltre un Gruppo di Coordinamento Tecnico costituito da figure professionali sanitarie, sociali ed assistenziali che ha il compito di:

- programmare e verificare le attività all’interno della struttura;
- costituire punto di riferimento per gli ospiti e per i loro familiari oltre a fornire garanzie sul buon andamento della vita comunitaria;
- promuovere e coordinare gli incontri con il Comitato Partecipativo.

Quest’ultimo, composto da rappresentanti delle associazioni di volontariato, delle famiglie degli ospiti e degli ospiti stessi, contribuisce a promuovere forme partecipative allargate alla Comunità Locale ed a tutti i soggetti interessati, pubblici e privati
al fine di favorire la massima integrazione possibile della struttura con il contesto sociale di riferimento.

Ultimo aggiornamento: 28/03/2017