Centro residenziale per persone disabili -Magione

Struttura Residenziale “Ex Ospedaletto” di Magione

 

Descrizione del servizio


Struttura Residenziale "Ex Ospedaletto" di Magione

Sede: Via della Torre, 06063 Magione (Pg) - vicino alla Torre dei Lambardi

Tel. 075 8473342
Segreteria Direzione del Distretto Tel. 075 8354218


La struttura, di proprietà del Comune e gestita dall'Azienda USL Umbria 1 su delega della Zona Sociale Trasimeno, offre due tipologie di servizi:

1. Comunità alloggio, che accoglie persone adulte disabili gravi ai quali la famiglia non è più in grado di offrire, in modo temporaneo o permanente, le cure e gli interventi necessari e risolutivi allo stato di bisogno;

2. Famiglia comunità per il “Dopo di Noi”, che accoglie persone adulte disabili gravi prive di familiari di riferimento.

I due servizi sono destinati a cittadini di entrambi i sessi, che abitano nel territorio della USL Umbria 1, con priorità per quelli residenti nel Distretto del Trasimeno.
Il livello di disabilità deve essere compatibile con la vita in un ambiente di tipo familiare e non deve richiedere livelli elevati di assistenza sanitaria e riabilitativa.

La “Comunità Alloggio” ha una recettività massima di 8 posti, di cui 2 destinati “al sollievo” o “all’emergenza”, che prevedono un periodo di accoglienza non superiore a 30 giorni all'anno.

La “famiglia-comunità per il Dopo di Noi” ha una recettività di 6 posti.



Modalità di accesso
Le persone interessate possono rivolgersi al Servizio Sociale del Centro di Salute o all'Ufficio di Cittadinanza del territorio di riferimento, che provvederanno a fornire le necessarie informazioni e ad attivare il percorso di richiesta di accesso.
È prevista l’attivazione dello stesso iter anche per gli inserimenti di sollievo/emergenza.

I documenti necessari per l'inserimento sono:
- valutazione da parte dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare del Distretto Trasimeno dei bisogni del richiedente in relazione ai Servizi che offre la Struttura;
- documenti personali, anagrafici e sanitari;
- certificazione del MMG attestante l’idoneità della persona alla vita di comunità;
- indicazione del familiare o altra persona referente;
- accettazione dell’onere di retta da parte dell’interessato, o del familiare o del legale rappresentante, in caso di compartecipazione alla spesa.




Inserimenti

L’inserimento in via definitiva, autorizzato dal Direttore del Distretto e dal Responsabile della Zona Sociale, sarà confermato dal Gruppo di Coordinamento Tecnico solo dopo il superamento di un periodo di osservazione di 30 giorni.
Prima dell’inserimento, il richiedente, o familiare o legale
rappresentante, è invitato a visitare la struttura, conoscere l’organizzazione, e prendere atto del relativo regolamento sottoscrivendone la presa visione.


Attività
Il servizio è garantito in maniera continuativa nell’arco delle 24h per l’intera settimana e per tutto l’anno senza interruzioni.

Le due tipologie di servizio prevedono l’espletamento delle seguenti attività:
- assistenza nelle attività della vita quotidiana e tutelare nell’arco delle 24 ore;
- somministrazione dei pasti;
- attività di animazione, ricreative, di socializzazione ed ergo terapiche;
- realizzazione di spazi e percorsi di attività socio-educative specifiche sulla base dei bisogni espressi dai singoli ospiti;
- integrazione sociale degli ospiti attraverso l’apertura alla comunità locale;
- mantenimento delle relazioni con la rete parentale, se presente;
- collegamento funzionale ed operativo con il sistema dei servizi sanitari, socio-sanitari e riabilitativi esistenti nel territorio.


Assistenza Medica ed Infermieristica
L’assistenza medica per ogni ospite della struttura è garantita dal Medico di Medicina Generale. L’assistenza infermieristica è fornita dal Servizio di Assistenza
Domiciliare Infermieristica del Centro di Salute di riferimento della struttura.
I Servizi territoriali od ospedalieri assicurano eventuali interventi sanitari specifici.


Rette
Le rette stabilite dall'attuale normativa regionale prevedono:
“Comunità alloggio per Disabili Gravi”, retta giornaliera intera € 85,90 (quota a carico dell’ospite € 42,95, pari al 50% dell’intera retta);
“Famiglie-Comunità per il Dopo di Noi” retta giornaliera intera € 83,00 (quota a carico dell’ospite € 49,80, pari al 60% dell’intera retta).
Eventuali criticità economiche possono essere rappresentate al Comune di residenza.


Organizzazione
All’interno della struttura sono presenti operatori addetti all’assistenza ed educatori ai quali è affidata la gestione quotidiana della persona disabile in tutte le sue attività nel rispetto dei Piani Assistenziali Personalizzati.

È presente inoltre un Gruppo di Coordinamento Tecnico costituito da figure professionali sanitarie, sociali ed assistenziali che ha il compito di:
- programmare e verificare le attività all’interno della struttura;
- costituire punto di riferimento per gli ospiti e per i loro familiari oltre a fornire garanzie sul buon andamento della vita comunitaria;
- promuovere e coordinare gli incontri con il Comitato Partecipativo.

In particolare il Comitato Partecipativo, composto da rappresentanti delle associazioni di volontariato, delle famiglie degli ospiti e degli ospiti stessi, contribuisce a promuovere forme partecipative allargate alla Comunità Locale ed a tutti i soggetti interessati, pubblici e privati al fine di favorire la massima integrazione possibile della struttura con il contesto sociale di riferimento.


Guarda il Video di Presentazione della Struttura







Ultimo aggiornamento: 11/12/2017