Mediazione culturale

Per favorire la relazione linguistico-culturale tra operatore sanitario e utente straniero

Responsabile:
dr.ssa Daniela Bellini


Telefono: 075 541 6298 | 075 5412094


Fax: 075 541 6214


Descrizione del servizio

La mediazione culturale è uno strumento operativo a disposizione dei servizi per affrontare e gestire le difficoltà linguistiche e culturali che si possono riscontrare nella relazione tra operatore e utente straniero.
Rappresenta una funzione-ponte utile e necessaria per agevolare da un lato l'integrazione dei migranti e dall'altro il riorientamento dei servizi socio-sanitari, favorendo la conoscenza reciproca di culture, valori e tradizioni, in una prospettiva  volta a tutelare il diritto alla salute.

A CHI SI RIVOLGE
L'operatore di qualsiasi Servizio sanitario nella fase dell'accoglienza del nuovo utente straniero e della valutazione preliminare dei suoi bisogni, può attivare il servizio di mediazione culturale in base ad alcuni criteri:

  • non comprensione totale della lingua
  • necessità di garantire la tutela della privacy nei casi in cui non sia possibile coinvolgere un familiare
  • non conoscenza di procedure amministrative per usufruire dell'assistenza  da parte degli utenti stranieri
  • differenze culturali che provochino non accettazione di procedure/accertamenti sanitari proposti
  • differenze culturali che producano impossibilità di mettersi in relazione con conseguente compromissione del rapporto terapeutico

ELENCO PRESTAZIONI

  • Interpretariato/mediazione culturale telefonica: consiste nella possibilità per gli operatori di collegarsi in tempo reale con il mediatore/mediatrice della lingua di riferimento
  • Mediazione culturale programmata: in questi casi il mediatore/mediatrice assiste l'utente in loco a seguito di chiamata ed appuntamento.

ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO
Gli interventi vengono attivati dai servizi attraverso un apposita modulistica presente in Intranet con almeno 48 ore di anticipo rispetto alla data di realizzazione del servizio.


MEDIATORI CULTURALI IN AMBITO SANITARIO

Il mediatore/mediatrice favorisce l’interazione e l’informazione del paziente straniero nel contesto sanitario, per facilitare la comprensione degli aspetti comportamentali e culturali tra operatore ed utente.

Consulta il Regolamento della Mediazione Culturale e la relativa modulistica:
 Delibera n. 573 del 27-04-2017 Mediazione Culturale

Per reclutare il personale necessario all’espletamento del servizio di mediazione culturale è stato emanato un

avviso pubblico (DDG n. 950 del 04-10-2014)  per l’istituzione di una Banca dati anagrafica dei mediatori/mediatrici culturali in ambito sanitario per il territorio umbro.

Tale Banca dati ha carattere dinamico e viene aggiornata ogni qual volta pervengono richieste di iscrizione che possono essere presentate tramite domanda in carta semplice sul modello qui scaricabile:

 Modulo Richiesta Iscrizione Albo Mediatori Culturali (rif. DDG 573/2017)


INFORMAZIONI UTILI

Per ulteriori informazioni sull'assistenza sanitaria utili ai cittadini stranieri che  vivono nella nostra regione

  • accedi al Sito HFM   elaborato dall'Università degli Studi di Perugia con la Regione Umbria.
  • consulta le guide multilingue che contengono informazioni e consigli utili per la tutela della gravidanza e il benessere dei bambini fin dalla nascita.






Ultimo aggiornamento: 20/07/2017