Pronto Soccorso - 118

Garantisce l'assistenza sanitaria a persone in situazioni di emergenza-urgenza

Descrizione del servizio

IL SERVIZIO 118 - Umbria Soccorso

Nei casi di immediato pericolo di vita o gravi episodi traumatici che richiedono interventi in emergenza-urgenza il cittadino può  chiamare da qualsiasi apparecchio, il numero telefonico gratuito "118"; a qualunque ora del giorno e della notte risponderà un operatore della Centrale Unica Regionale 118 che chiederà di rispondere con chiarezza ad alcune domande (Chi sei, Da dove chiami, Cosa è successo e dove è successo, Quante sono le persone coinvolte e quali sono le condizioni del/i ferito/i).

Per ulteriori informazioni sul servizio 118 clicca qui.


IL PRONTO SOCCORSO: ISTRUZIONI PER L’USO

Che cos’è

Il Pronto Soccorso è un servizio che garantisce esclusivamente il trattamento specializzato delle emergenze/urgenze ovvero quelle condizioni patologiche che richiedono una risposta rapida, a volte immediata, che necessitano cioè di interventi diagnostici e terapeutici in tempi veloci.

Quando andare
È bene utilizzare il Pronto Soccorso per problemi acuti urgenti e non risolvibili dal medico di famiglia, dal pediatra di libera scelta o dai medici della continuità assistenziale (ex Guardia medica).

Quando non andare
Si deve evitare di ricorrere al Pronto Soccorso se esiste una possibilità alternativa (Medico di Famiglia (Pediatra di libera scelta), Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), Servizi Socio-Sanitari territoriali ecc. e il quadro clinico non appare preoccupante.
Non è opportuno accedere al Pronto Soccorso per situazioni cliniche note, magari cronicizzate, che non subiscano variazioni così improvvise da far temere una destabilizzazione clinica e un rischio di complicazioni imminenti.

IMPORTANTE

  • Ogni visita inutile al Pronto Soccorso è un ostacolo a chi ha urgenza.
  • Un corretto utilizzo delle strutture sanitarie evita disservizi per le strutture stesse e per gli altri utenti.
  • Il buon funzionamento del Pronto Soccorso dipende da tutti.


SEDI:


SEDI Usl Umbria 1

  • Ospedale di Assisi
  • Ospedale di Città di Castello
  • Ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino (Branca)
  • Ospedale della Media Valle del Tevere (Pantalla)
  • Ospedale di Castiglione del Lago


* Nella Casa della Salute di Città della Pieve è presente una Postazione 118 medicalizzata h24 (medico, infermiere, autista) in collegamento con la Centrale Operativa di Perugia e un Punto di Prima assistenza h24  (medico e infermieristico)

* Nel C.O.R.I. di Passignano è presente una Postazione 118 medicalizzata h12 (medico, infermiere, autista) in collegamento con la Centrale Operativa di Perugia

Il TRIAGE


All’arrivo al Pronto Soccorso, il cittadino riceve un’immediata valutazione del livello di urgenza da parte di operatori sanitari con addestramento specifico, con l’attribuzione del codice colore che stabilisce la priorità di accesso alle cure in base alla gravità del caso e indipendentemente dall’ordine di arrivo in ospedale.
Tale metodica denominata “Triage” è finalizzata ad evitare le attese per i casi più urgenti.

I Codici colore sono:

CODICE ROSSO: molto critico, pericolo di vita, priorità massima, accesso immediato alle cure.
CODICE GIALLO: mediamente critico, presenza di rischio evolutivo, potenziale pericolo di vita, prestazioni non differibili.
CODICE VERDE: poco critico, assenza di rischi evolutivi, prestazioni differibili.
CODICE BIANCO
: non critico, pazienti non urgenti.

Se non esenti, i pazienti con tale codice sono tenuti al pagamento di un ticket.

Durante l'attesa a tutti i cittadini, indipendentemente dal codice assegnato, sarà garantito:

  • Pianificazione dei primi accertamenti diagnostici
  • Trattamento del dolore
  • Valutazione o ri-valutazione delle condizioni cliniche


IMPORTANTE

  • Al Pronto Soccorso ha la precedenza il paziente più grave e non chi arriva per primo.
  • Arrivare in ambulanza al Pronto Soccorso non significa essere visitati in tempi più rapidi.
  • Il Codice di accesso attribuito dall’operatore in accettazione può non essere lo stesso in dimissione. L’eventuale variazione è decisa dal Medico dopo attenta valutazione. Se, al termine degli accertamenti, verrà rilevata la non urgenza sarà assegnato un codice bianco e quindi richiesto il pagamento del ticket.
  • La sola documentazione consegnata in dimissione consisterà nel Verbale del Pronto Soccorso ed eventuali ulteriori documenti sanitari (esami diagnostici, referti, ecc.) potranno essere richiesti e rilasciati dietro pagamento di 8,00 Euro da effettuarsi presso il CUP più vicino al Pronto Soccorso. 

Promemoria
Quando si accede al Pronto Soccorso ricordarsi di:

  • avere con sé il tesserino sanitario o almeno il tesserino del Codice Fiscale ed eventuali attestazioni di esenzione dal Ticket sanitario.
  • avere con sé la documentazione sanitaria di eventuali precedenti (ricoveri ospedalieri, accertamenti di laboratorio o strumentali ecc.).
  • conoscere il nome e lo schema di assunzione delle terapie in uso.

 


Ultimo aggiornamento: 21/09/2017